News

Incunaboli a San Francesco della Vigna

Dopo aver terminato la catalogazione degli incunaboli in SBN, da alcuni mesi la nostra biblioteca ha aderito al progetto 15cBOOKTRADE che si occupa di studiare la storia del libro edito tra il 1450 e il 1500.

Il progetto nasce da una geniale intuizione della professoressa Cristina Dondi (Oxford, Lincoln College) e si serve del database MEI (Material Evidence in Incunabula) per registrare e ricercare i dati materiali dei libri stampati nel 15o secolo.

Ogni copia di un’edizione ha una propria storia, che può essere ricostruita individuandone il costo, i diversi possessori, i cambiamenti meccanici subiti nel corso del tempo grazie all’analisi di tutti i dati contenuti nel libro: una nota di possesso, la legatura, timbri di appartenenza ad una biblioteca pubblica o privata, la decorazione, uno stemma nobiliare, un prezzo annotato … tutti questi elementi permettono di compiere un viaggio a ritroso fino al momento in cui l’incunabolo uscì dalle mani del tipografo, seguendo allo stesso tempo la circolazione dei libri in Europa attraverso i secoli. In questo modo è possibile ricostruire la storia ‘personale’ di ogni esemplare e al tempo stesso la storia della formazione dei vari fondi librari.

In questi giorni, in biblioteca, si stanno alternando tre catalogatori specializzati in storia del libro: Geri Della Rocca De Candal, Beatrice Alai e Marco Bertagna. Il loro compito consiste nel registrare in MEI tutti quegli elementi che fanno di un volume un pezzo ‘unico’: un certo stile di decorazione, un particolare tipo di legatura, una nota manoscritta … E le sorprese non mancano!!!