News

Alcuni dati relativi al 2018

È difficile riassume in poche righe la vita e le attività di un anno. Il numero di utenti si mantiene sostanzialmente costante e si assesta sulle 1.300 presenze annue. Anche la richiesta di visite guidate alla biblioteca è rimasta sostanzialmente stabile.

Infatti nel corso dell’anno 782 persone (per un totale di 70 gruppi) hanno usufruito di una visita guidata. Nel corso dell’anno si sono iscritti al prestito 55 nuovi utenti. Sono stati fatti 929 prestiti a persone e 59 a biblioteche. Abbiamo ricevuto 151 richieste di riproduzioni per un totale di 396 pdf. Sono state svolte 33 ricerche bibliografiche specifiche su richiesta di altrettanti ricercatori.Per quanto riguarda la catalogazione va detto che nel corso dell’anno sono state prodotte solamente 180 nuove schede riguardanti i libri antichi, mentre per quanto riguarda il fondo moderno sono state prodotte 2.111 nuove schede e ne sono state corrette 1.395. Grazie ai finanziamenti annuali dell’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali della CEI inoltre è stato possibile restaurare 8 volumi antichi. Nel 2018 vi sono state alcune modeste donazioni librarie da parte di Daniela Ambrosini, Maria Antonietta Mazzer, Adele Salzano, Nadia de Lazzari, Luciana Busetto. Una donazione consistente è stata quella di mons. Ezio Memo: oltre 3.000 volumi per lo più di carattere biblico, pastorale, dogmatico. Nel mese di novembre è partita la catalogazione dei nostri incunaboli in MEI (Material Evidence in Incunabula = programma europeo progettato specificatamente per registrare e recuperare i dati materiali dei libri stampati nel XV sec. e per seguire la circolazione dei libri in Europa attraverso i secoli). La catalogazione è finanziata dalla SPRB (= Society for the Preservation of Rare Books).