News

Alcune fasi del restauro di un volume antico

Quest’opera aveva una coperta di dimensioni troppo ridotte per contenere il corpo dei fascicoli: non si poteva ne’ adattare ne’ allargare.

Vi erano delle carte di guardia di epoca posteriore al corpo del libro (vedi filigrana) e le tracce rimaste identificavano una legatura in pergamena rigida con dorso fessurato in corrispondenza dei nervi (legatura alla “bolognese”). Il corpo del volume era completamente scucito e senza nessuna traccia dei nervi, rimanevano solo dei residui dei capitelli con anima in cuoio, decorati a due colori, blu e rosa.  Nei quadranti della coperta vi erano invece resti di un’antica cucitura su nervi in cuoio.

E’ stato fatto il restauro delle carte, predisposta una nuova cucitura e confezionati nuovi capitelli decorati su modello dei frammenti ritrovati.  E’ stata poi creata una nuova legatura ex-novo in pergamena rigida con dorso fessurato, in base agli elementi studiati della coperta originale.

La coperta in pergamena è stata invece completamente smontata dai quadranti tramite umidificazione indiretta e controllata: in questo modo è stato possibile recuperare un antico documento manoscritto del XV° sec. che da una prima rapida visione pare essere una bolla papale. Il documento restaurato è ora conservato a parte montato su cartoncino anacido, per permetterne una sicura consultazione.

Scheda dell’opera restaurata:

Peritissimi ac celeberrimi viri f. Francisci Lecheti de Brixia or. mi. obseruan. *in Io. Duns Scotum: super primo senten. clarissima commentaria: in geniosarum difficultatum perpulcre dilucidationes: apparentium prelibati Scoti contradictionum solutiones: demum opinionum multarum scotice dogmati obuiantium destructiones feliciter incipiunt (\Napoli! : per Sigismumdum Mayr Alemannum, 1512 Die xij Maij) 239, [7] carte : ill. ; 2º

Restauratrice:  Viviana Molinari